Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Socio-Assistenziale » Servizi » Accoglienza in famiglia » Accoglienza minori presso famiglie

Menu di navigazione

Socio-Assistenziale

Accoglienza minori presso famiglie

E' uno strumento che risponde al bisogno temporaneo  di un minore che, pur continuando a vivere nella propria famiglia, necessita di un sostegno che viene offerto da un altro nucleo familiare.

E' un intervento temporaneo,  che viene attivato con il consenso della famiglia del minore.

Viene attivato quando la famiglia vive una situazione di difficoltà nel prendersi cura di un minore, per problemi di conciliazione fra il tempo lavorativo e le esigenze familiari,  per l'insorgere di particolari situazioni di difficoltà determinate da malattie o altro, laddove non sia possibile dare una risposta attraverso la rete familiare o amicale; in altri casi la difficoltà può riguardare specificatamente il minore, che può presentare bisogni  specifici legati ad esempio ad una difficoltà di apprendimento, scarsa integrazione nel territorio ecc. La famiglia accogliente si affianca alla famiglia del minore per supportarla nei compiti educativi e di cura

L'intervento consente al minore di rimanere nella sua famiglia e mantenere i legami con il suo ambiente di vita.

L'accoglienza familiare viene attivata sempre con il consenso della famiglia di origine del minore e non richiede la convalida del provvedimento da parte dell'Autorità Giudiziaria.

Le famiglie o i singoli disponibili che si rendono disponibili ad accogliere nel proprio nucleo familiare un minore possono vengono individuati dal servizio sociale, dalle associazioni di famiglie presenti sul territorio  e - a livello provinciale- dall'equipe multidisciplinare per l'affido familiare.

La procedura per l'attivazione del'intervento di accoglienza familiare prevede una valutazione  del bisogno da parte dell'assistente sociale competente, l'individuazione della famiglia  accogliente e la stesura di un progetto che prevede anche una pratica amministrativa.

A sostegno dell'intervento, viene concesso alla famiglia accogliente un contributo rapportato all'impegno effettivo della famiglia in termini di tempo e di spese sostenute e garantendo con oneri a proprio carico una polizza assicurativa.