Immagine decorativa

Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Lavoro » Attività » Interventi straordinari

Investimenti straordinari e aiuti alle imprese

Spesso le imprese pur avendo profondamente innovato o migliorato la propria offerta di prodotti o di servizi attraverso rilevanti investimenti, non godono di flussi sufficienti a garantire la copertura delle fonti finanziarie. Per fare fronte a tale preoccupante situazione la Provincia, tramite gli enti di garanzia, ha cercato di facilitare l’accesso al credito. Lo strumento della garanzia è infatti caratterizzato da un elevato effetto di leva che ha come conseguenza un elevato volume di garanzie ed un volume ancora più alto di credito disponibile.Sono stati previsti interventi per azioni volte a favorire una maggiore produttività e competitività del sistema, con riguardo sia alla parte pubblica sia ai soggetti privati: rientrano in questa definizione le misure per l’accesso alle tecnologie informatiche e alla banda larga e per favorire l’efficienza energetica e la riduzione delle emissioni.Sul versante pubblico è prevista inoltre la costituzione dell’Agenzia unica per la gestione degli appalti di opere pubbliche, un ulteriore sostengo alla ricerca. Per il sostegno della domanda interna è stata programmata una manovra straordinaria sugli investimenti con caratteristiche di rapida realizzabilità, efficacia per le imprese del territorio, selettività degli investimenti (privilegiando quelli che garantiscono un contributo significativo al Pil provinciale) e loro temporaneità. - Preme ricordare che il 7 settembre 2012 la Giunta provinciale ha approvato i nuovi criteri per la concessione degli incentivi per gli investimenti fissi effettuati dalle imprese che operano in Trentino. Questa maggiore selettività, che porterà a una riduzione delle concessioni stimata intorno al 25-30 per cento delle attuali, significa concentrare le risorse finanziarie su obiettivi mirati per costruire la crescita e lo sviluppo.-     Anche il Progetto “ 103 Startup”, finanziato dalla Pat con 7 milioni di euro, punta a creare in Trentino, nei prossimi quattro anni, oltre cento nuove aziende innovative nell’ICT, mettendo loro a disposizione un vero e proprio spazio fisico, un hub dove le giovani imprese possano trovare un ambiente favorevole all’avvio.