Ti trovi in:

Home » Aree Tematiche » Edilizia pubblica e agevolata » Edilizia pubblica - contributo integrativo

Edilizia pubblica - contributo integrativo

Immagine decorativa

L'Ufficio edilizia pubblica - contributo integrativo:

  • concede un CONTRIBUTO INTEGRATIVO per l'abbattimento del canone di locazione. Tale strumento è riservato a cittadini residenti sul territorio provinciale (da almeno 3 anni) aventi i requisiti economici-patrimoniali entro i limiti previsti (soglia ICEF non superiore a 0,23), e titolari di un contratto regolarmente registrato, stipulato ai sensi dell’articolo 2 della Legge 431/1998.La domanda va presentata alla Comunità di Valle ove si è residenti nel periodo 1° luglio - 30 novembre di ogni esercizio solare. La stessa va rinnovata annualmente, sempre nel medesimo periodo. Il contributo viene concesso sulla base di una graduatoria, fino all’esaurimento delle risorse stanziate a tale scopo; ha durata di 12 mesi ed è erogato a decorrere dal mese successivo alla data di adozione del provvedimento di concessione.
  • concede un CONTRIBUTO INTEGRATIVO PER CASI DI PARTICOLARE NECESSITA’ E DISAGIO. Tale strumento è destinato ai soli soggetti destinatari di un provvedimento della competente autorità che dispone l’inagibilità dell’alloggio occupato. La domanda può essere però presentata in ogni momento dell’anno. Il beneficio può essere concesso per un massimo di mesi 12, eccezionalmente rinnovabile di ulteriori 12.

Inoltre l’Ufficio provvede a:

  • raccogliere le domande relativamente agli strumenti di cui sopra
  • approva le corrispondenti graduatorie
  • assume il provvedimento di concessione del contributo
  • dispone, previa verifica dell’avvenuto pagamento delle mensilità ammesse a beneficio, la liquidazione delle medesime (la materiale erogazione, avviene peraltro attraverso la Tesoreria convenzionata con l’Ente)

Assume altresì provvedimenti di:

  • decadenza dal contributo per accettazione/rinuncia ad un alloggio proposto a valere della graduatoria per la locazione degli alloggi a “canone sostenibile” ovvero per accettazione di un alloggio a “canone moderato”
  • revoca del contributo a seguito di espressa rinuncia allo stesso da parte dell’interessato
  • revoca del contributo per mancata regolarizzazione del pagamento dei canoni di locazione ammessi a beneficio (che deve tassativamente avvenire entro il termine di scadenza del beneficio)
  • trasferimenti di contributo su altro alloggio, purché il beneficiario abbia provveduto a comunicare all’Ufficio entro 30 giorni l’avvenuta variazione